Cosa Sono i Prestiti Senza Busta Paga

Ottenere prestiti senza busta paga è possibile e e vedremo come fare. Va detto che ottenere un prestito senza un contratto di lavoro subordinato non sempre é facile, infatti gli istituti di credito, che devono valutare il rischio che il prestito non venga rimborsato, preferiscono finanziare persone che hanno un reddito certo, fisso e mensile piuttosto che coloro che dispongono di un reddito variabile.

Per questo coloro che possiedono una busta paga accedono più facilmente al mercato del credito rispetto a coloro che svolgono una attività in proprio o che lavorano salutariamente. La possibilità infatti di certificare il proprio guadagno mensile e di garantire che una parte di esso verrà usata per ripagare il prestito, senza per questo trovarsi in ristrettezze economiche, é un elemento fondamentale nella pratica di finanziamento di qualsiasi finanziaria o banca.

Però il mercato del lavoro attuale é cambiato, il posto fisso é ormai un miraggio, mentre la flessibilità ha portato a preferire soluzioni duttili, come i contratti di lavoro interinali, che consentono all’azienda di assumere personale quando ha bisogno, risparmiando tale costo nei mesi di calo degli ordini.

Anche gli istituti di credito e le società finanziarie hanno dunque iniziato ad adeguarsi a questa  nuova realtà offrendo prestiti senza busta paga. Generalmente si tratta di importi inferiori ai 1.000 euro che vengono proposti come finanziamenti non finalizzati. Questo significa che per l’erogazione del finanziamento non sarà necessario spiegare come verranno utilizzati i soldi che si riceverà né sarà necessario allegare documenti dimostrativi della avvenuta spesa.

Nel caso dei prestiti senza busta paga ovviamente la banca o la finanziaria valuterà molto attentamente la storia del cliente, controllando se sia un buon o un cattivo pagatore, considerato che di fatto si sta affidando sulla parola del cliente stesso per capire se restituirà i soldi alle scadenze previste o no. Per questo un cliente storico, già conosciuto alla banca come un buon pagatore otterrà più facilmente un finanziamento senza busta paga rispetto un cliente nuovo. Allo stesso modo presentare come garante un cliente della banca potrà essere di aiuto nel corso della pratica di approvazione del finanziamento e potrà essere la via giusta per fare conoscere un nuovo cliente e dimostrare che si é dei buoni pagatori anche se non si possiede un contratto di lavoro subordinato.

Molte volte infatti il problema di tanti liberi professionisti, di tanti artigiani e anche di giovani studenti é che si ha bisogno di un piccolo prestito per pagare delle spese mediche, per fare dei lavori di restauro urgente nella casa o per acquistare qualcosa che serve per il lavoro. I prestiti senza busta paga permettono di anticipare gli incassi futuri, comprare o pagare le cose di cui abbiamo bisogno, e dilazionare la spesa nel tempo.

Se non si conosce qualcuno disposto a fare da garante e che, magari, sia conosciuto all’istituto, potrà aiutare il fatto di aggiungere una garanzia reale, come un pegno su un bene che già si possiede. In questo modo l’istituto di credito saprà che nel caso non restituissimo il denaro avrebbe modo di recuperare tutto o parte dell’importo finanziato.

Solitamente questo tipo di prestiti ha un costo superiore rispetto ai prestiti erogati ai lavoratori dipendenti: questo dipende dal fatto che l’istituto di credito si assume un rischio maggiore di non vedersi rimborsati i soldi prestati.